Menu Principale
Chi è online
 21 visitatori online
Statistiche
Tot. visite contenuti : 373568
ARS NOTIZIE - Prima Pagina
ALMANACCO DI DOMENICA 29 MARZO 2015

BUONA DOMENICA A TUTTI, OGGI E' LA DOMENICA DELLE PALME ED INIZIANO I RITI RELIGIOSI CHE CI PORTERANNO DRITTI ALLA SANTA PASQUA - STAMATTINA IL CIELO E' COPERTO MA E' PREVISTA UNA GIORNATA CALMA CON SOLE ED ARIA CALDA - IERI PRESSO L'OSPEDALE DI SULMONA E' NATO ALESSIO FARINA, GLI AUGURI A PAPA' ALESSANDRO A MAMMA VALERIA, ALLA SORELLINA LISA ED AI PARENTI TUTTI DALLA REDAZIONE - BEL SUCCESSO IERI SERA DELLA MANIFESTAZIONE LA BELLA D'ITALIA, CHE HA VISTO LA FINALE A SCANNO IN UNA SPLENDIDA CORNICE DI PUBBLICO, E' STATA ELETTA BELLA D'ITALIA SULLE NEVI 2015 CAROLA PRIOLA DEL PIEMONTE - QUESTA MATTINA, SU A COLLEROTONDO, ALLE ORE 9,00 SI DARA' INIZIO ALLA GARA SOCIALE CHE CHIUDE LA STAGIONE DELLO SCI CLUB SCANNO, QUESTA SERA PRESSO IL BELVEDERE LA PREMIAZIONE, I RINGRAZIAMENTI E LA CENA SOCIALE - BENE SIAMO AI NOSTRI AUGURI DI BUON COMPLEANNO A SCANNO FESTEGGIAMO CRISTINA TARULLO E POI GLI AUGURI A VILLALAGO A ANNA MARIA DI IANNI - NON CI RIMANE CHE AUGURARVI UNA SERENA DOMENICA

 
ANICETO E LE NASCITE

Purtroppo la mammara non c'è più, prima i nostri figli nascevano nelle nostre case poi la nostra beneamata Fermina andò in pensione  e le nostre future mamme cominciarono a partorire in ospedale. Ora che il reparto maternità dell'ospedale di Sulmona chiude e ci  si prepara ad una odissea per le future mamme. Ci  rendiamo conto a che incognite vanno incontro? ci pensate? se prima si dovevano percorrere per raggiungere l'ospedale di Sulmona ora invece bisogna percorrere più di 60 per raggiungere l'ospedale di Avezzano. C'è il rischio che il bambino  nasca per le gole del sagittario o addirittura sull'autostrada.  Un vecchio  adagio del nostro paese dice: “pè ju cattive patisce ju buono”. La cosa che mi colpisce  di più è che qualcuno di Scanno è d'accordo a  questa chiusura, il che è tutto un poema. Per quel poco che vale esprimo la mia solidarietà  che va non solo alle future mamme  scannesi ma anche a tutte quelle dei paesi che dovevano usufruire  del reparto maternità dell'ospedale  di Sulmona. Si chiude perchè ci sono poche nascite, ma dai su!!!! Ci sono poche nascite è vero, ma facciamoci l'esame di coscienza, non che non  si voglia mettere alla luce un figlio, i figli “so piezze e core”, ma i tempi so quelli che sono. Aniceto La Morticella

 
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Caro Direttore, rispondo al trafiletto su un sito online di oggi (26/3) che mi cita per due motivi. Il primo, in cui ci si chiede quale sia la mia opinione sulla chiusura del reparto Maternità del’Ospedale di Sulmona. Ebbene la Sanità e’ un diritto sacrosanto e basilare di tutti coloro che si trovino sul territorio nazionale!!! Sono e sono sempre stato contro la chiusura dei cosiddetti "Piccoli Ospedali" (fatta non per ottimizzare il servizio ma per risparmiare sul servizio, checché  dicano i vari politici, di vari colori, che si sono succeduti al vertice del ministero). Per decenni sono stati un patrimonio della nostra sanità, pur con tutti i limiti e i costi insiti in strutture periferiche. Anziché chiuderli, fatta una analisi della loro distribuzione, sarebbe stato meglio specializzarli, avendo così una specie di "Ospedale Distribuito" sul territorio efficace ed efficiente e facilmente raggiungibile dagli abitanti circostanti. Un tentativo del genere, con un certo successo, fu fatto in Puglia (precisamente in Salento) negli anni ’70 – ’80. Poi l’ "Edonismo Berlusconiano" (e non solo il suo, e mi sembra che a tutt’oggi l’andazzo non sia cambiato con il nuovo "Edonismo Renziano") esplose e ci chiudemmo nel nostro piccolo mondo di privilegi ed interessi personali, familiari, di cerchia, di appartenenza …. e gli altri si arrangino. L’importante e’ risparmiare sulla pelle di chi conta solo ogni 5 anni (e con le nuove regole elettorali conta molto poco anche in questi frangenti) e dirottare fondi dove il malaffare, la corruzione e la malavita organizzata possano fare comodamente i loro affari e far vivere la cerchia degli amici, degli amici, degli amici,….. Spero sia chiaro come la penso. Veniamo ora alla seconda citazione che ventila, a seguito di una mia collaborazione con la maggioranza sul tema del Turismo, il mio "passaggio dall’altra parte". Negli ultimi tempi ho proposto alcune iniziative in campo turistico alla COTAS e, ovviamente, all’amministrazione comunale. Le proposte sono piaciute, sono state accettate, organizzate e implementate. La Piazza di Scanno ne ha scritto in maniera molto favorevole. A seguito di queste collaborazioni (anzi per meglio dire durante), il Sindaco mi ha proposto (non di nascosto ma dinanzi a molte persone) di seguire in modo più istituzionale il tema (e quindi con più possibilità di interventi diretti ed efficaci) assumendo una delega al Turismo, Ambiente e Territorio (si badi bene non un Assessorato). Fin qui i fatti. Il resto sono illazioni e "ciacole". Va detto che l’accettazione o meno della proposta e’ ancora in forte discussione, nell’ambito de La Vie Nova, proprio per i motivi citati: sembrerebbe di passare dall’altra parte. Posso garantire a tutti (chi ha votato per La Vie Nova e chi per gli altri, ne hanno ugual diritto) che non entrerò in maggioranza perché non ho quel punto di vista politico e non sono stato eletto per fare questo. Sono stato votato da persone che non volevano e vanno profondamente rispettate. Non succederà mai che noi ci si allei con o si entri nell’attuale maggioranza. Ma se io ed il mio gruppo politico abbiamo un network molto forte nel mondo del turismo, dell’ambiente e della salvaguardia del territorio, se abbiamo idee per valorizzare l’immagine di Scanno e per farla crescere nella sua specificità, se noi siamo così bravi a riunire un folto gruppo di accademici ed operatori del settore di livello internazionale, portarli nel nostro territorio ed ottenere i loro uffici, e sappiamo fare tutto ciò a costo praticamente ZERO per i conti del Paese, perché non mettere tutto ciò a disposizione della collettività di Scanno in un modo più strutturato ed inserito nelle istituzioni, mettendo ovviamente delle precise condizione al contorno?  Questa e’ la vera domanda che ci stiamo ponendo e che, anche per mezzo del tuo quotidiano, vorremmo porre a tutti coloro che siano interessati a dare il loro parere : può una Opposizione su temi specifici, circoscritti e ben definiti, in cui abbia serie e valide competenze, collaborare a livello istituzionale con la maggioranza senza che "passi dall’altra parte"? E’ più importante mantenere i ruoli e le posizioni rigidamente e su tutti i fronti oppure muoversi (anche rischiando di essere fraintesi) per il bene della collettività? Grazie per l’usuale gentile ospitalità, Gianfredi Pietrantoni Capogruppo de "La Vie Nova"

 
ALLA VIA CRUCIS

Domenica 22 marzo u.s. con inizio alle ore 18,30 si è svolto a Popoli (PE) il pio esercizio della "Via Crucis". Il Vescovo della Diocesi di Sulmona-Valva, S.E. Mons. Angelo Spina, accompagnato dal parroco Don Luigi Ferrari e da  Don Oliviero Tullio Liberatore, parroco di Anversa, ha ripercorso i quattordici momenti della strada peregrinata da Gesù verso il Calvario, quel sacrificio che ha dato a noi la vita, per meditare la sofferenza di Gesù Cristo e unirci  interiormente a Lui. Muovendo dalla chiesa della SS. Trinità e snodandosi attraverso le vie di quella cittadina, la processione ha raggiunto Piazza della Libertà, antistante la parrocchia di San Francesco,  soffermandosi a lungo davanti alle "Stazioni". Tante e numerose le diverse Confraternite della Diocesi che hanno risposto all’invito del Vescovo per prendere parte alla "Via Crucis" e che, con le loro divise, hanno dato un forte segno di presenza. Anche Scanno vi ha partecipato con una sua rappresentanza. La recita del Santo Rosario, il silenzioso raccoglimento e l’impeccabile coreografia hanno coronato quei bei momenti di preghiera. E’ stato un momento di aggregazione, di riflessione, di meditazione e di intensa e comune preghiera sui temi del lavoro, dei giovani, degli anziani, dei bisognosi, dei malati e dei disagi sociali  che ha testimoniato  partecipazione, fede e  solidarietà. Al termine della "Via Crucis" l’alto Prelato, ponendosi sulla sommità del sagrato della chiesa della SS. Trinità, ha voluto ringraziare tutti gli astanti, le autorità militari e civili, le Confraternite e gli addetti ai lavori sottolineando a chiare lettere la grande croce portata oggi dai giovani, quella del disagio, della difficoltà, della mancanza di lavoro, della mancanza di fiducia e della ricerca del futuro e della serenità. Li ha rasserenati, ricordando  che le loro fatiche e le loro sofferenze sono sostenute da una croce ancor più grande, quella dell’amore di Gesù che consola, conforta e salva. Giuseppe Spacone

 
VENDITA PER LA SOLIDARIETA'

RACCOLTA FONDI PER L’ A.I.L. - Dal 20 al 22 marzo 2015 nelle principali piazze italiane vengono messe in vendita le uova di Pasqua da parte dei volontari dell’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mielomi, per raccogliere fondi per la ricerca. Il tradizionale appuntamento di solidarietà, curato dai volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Scanno – con la collaborazione del V.A.S, è tornato anche a Scanno.  Le uova,  poste in vendita con un contributo minimo associativo di 12,00 euro e caratterizzate dal logo dell’Associazione A.I.L. possono essere acquistate nel gazebo allestito nella Piazza Santa Maria della Valle di Scanno. I volontari provvederanno anche per  le esigenze della vicina Frazione di Frattura per le ore 12,00 di domenica 22 marzo 2015 nei pressi della chiesa e per il comune di Villalago nella mattinata dello stesso giorno nella centrale piazza  Celestino Lupi. La manifestazione ha consentito negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al sostegno di importanti progetti di ricerca e di assistenza ed ha inoltre contribuito a far conoscere i progressi della ricerca scientifica nel campo delle malattie del sangue

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 57