Menu Principale
Chi è online
 40 visitatori online
Statistiche
Tot. visite contenuti : 1049227
ARS NOTIZIE - Prima Pagina
DA ANICETO LA MORTICELLA

Ho letto e sentito del ritrovamento nel Lago di Scanno di una statua raffigurante la Dea Angizia, adorata dal popolo Marsicano e Peligno. Angizia era la settima sorella della Maga Circe, esperta nelle pratiche magiche e nelle erbe. Forse a Lei era dedicato il bosco sacro di Aginzia a Luco dei Marsi (Ciò che ha scritto Aniceto è esatto, a tal proposito, è stato ritrovato anche un tempio dedicato proprio a questa Dea, sempre nella stessa zona)

 
DA NICOLA ROSSELLI

Buongiorno, bellissimo week-end quello appena trascorso a Scanno con lo spettacolo delle Glorie (tutte belle ....) e l'altrettanto encomiabile impegno profuso dai volontari delle Acli che hanno offerto un ottimo novello e un altrettanto ottimo vin brulè accompagnati dalle caldarroste. Per non parlare della simpaticissima orchestra che ci ha allietato per qualche ora. Una manifestazione davvero bella che è un peccato non fare in modo che si tenga sempre di sabato. Il clima che si respira, infatti, è particolare e i turisti soggiornano volentieri come hanno dimostrato anche i molti ristoranti pieni. Per noi è stato un pò meno bella la domenica mattina. Con alcuni amici, sono andato verso il posto dove si riesce a fotografare il lago a forma di cuore perchè, dopo la foto "estiva", intendevo farne un'altra con gli splendidi colori che ci offre l'autunno. Quando stavamo per raggiungere il posto, eravamo nel piano sotto l'eremo di Sant'Egidio, lato cava e cimitero, ci ha fermato un signore anziano con tanto di fucile e radio ricetrasmittente, affermando che non potevamo andare più avanti, soprattutto nella zona da noi indicata, perchè era in corso una battuta di caccia al cinghiale con otto cacciatori armati di carabina. Ovviamente, siamo andati via, sebbene contrariati, verso l'eremo. Ci siamo, poi, incamminati per scendere. Abbiamo ritrovato lo stesso signore che, intanto, aveva innalzato uno steccato sulla strada di campagna affermando che quella terra era di sua proprietà e che avrebbe chiamato i carabinieri (sempre con il fucile in mano). Al nostro invito a chiamarli perchè ritenevamo di non aver fatto nulla di male, non essendovi segnali di divieto di accesso nè cancelli visibili, dopo una serie di improperi e ulteriori minacce, ci ha ... lasciato liberi di andare via. Non sappiamo se in quella zona è possibile cacciare, ma ci sono modi e modi per dire le cose, soprattutto se ti vedi di fronte cinque persone tra cui due donne e un ragazzo, che intendevano solo fare una passeggiata tra i boschi. Meno male, comunque,. che la giornata si è aggiustata sulla strada del ritorno, quando, poco dopo Passo Godi, verso Villetta Barrea, abbiamo incontrato un bellissimo esemplare di cervo e, più avanti, tra Villetta e Barrea, due cerbiatti. Questi due incontri hanno suscitato emozioni bellissime in tutta la famiglia e reso ancora più brutto il ritorno alla vita di tutti i giorni. Alla prossima. Nicola Rosselli

 
DA ENZO GENTILE
Dopo aver visto il servizio vi faccio i miei complimenti per la bellezza dello stesso, bravissimi i due inviati che si sono superati, evviva San Martino
 
DA LUCIANO D'ALESSANDRO

UNA GIORNATA MERAVIGLIOSA Ciao a tutti gli scannesi vicini e lontani, da poche ore sono tornato qui nella città dove vivo. Sono le 16,00 di lunedì 12 novembre e sto ancora pensando alla fantastica giornata di sabato passata a Scanno, erano un pò di anni che mi ripromettevo di tornare in paese per assistere di persona all'accensione delle GLORIE, sono esattamente 26 anni che mi perdevo questa bellissima festa, (a mio avviso la più bella di tutte) sono tornato a Scanno in compagnia di mio figlio Mirko, ed insieme a lui credo di aver vissuto una giornata spettacolare. Sabato mattina più o meno erano le 11,00 sono salito su a Cardella, con un pò di fiatone sono arrivato hai piedi della gloria, (e che GLORIA....!!) sono rimasto senza parole, la gloria si ergeva imponente e maestosa davanti ai miei occhi, sembrava quasi che sfiorasse il cielo. Su a quell'ora la contrada era già affollata da tante persone che si affannavano nei lavori di rifinitura dell'imponente falò, c'erano molti ragazzi e quasi mi sentivo a disagio come un'intruso, ma dopo alcuni momenti qualcuno si è accorto della mia presenza e sono stato accolto alla grande. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'organizzazione che ho trovato, ai nostri tempi si andava su solo ed esclusivamente per contribuire al lavoro per la costruzione della gloria, da bambini si andava per ceppe e poi man mano che si cresceva si andava per forcelle palanconi e così via......Ho trovato una cucina da campo attrezzatissima, gestita da uno chef molto preparato, (Paolo Di Cesare) veramente all'altezza della situazione. L'angolo BAR, (OPEN BAR) altissimo livello, gestito dal GRANDE Guido Cosenza, e proprio lui è stato il primo a farmi gli onori di casa. C'era il nostro priore, Francesco Mastrogiovanni (alias BESTIA) e tanti altri, ovviamente sono stato invitato a restare lì tutta la giornata, e l'invito l'ho subito accolto con grande gioia, ho subito avvisato mio figlio con una telefonata, e gli ho detto di raggiungermi su a Cardella, quando è arrivato non credeva ai suoi occhi, è rimasto sbalordito dalla spettacolarità della GLORIA, e subito dopo mi ha chiesto se poteva salire sull'imponente falò per scattare qualche foto, insieme a lui sono salito anch'io con qualche difficoltà perchè i fumi dell'alcol già si facevano sentire. Quando mi sono trovato sulla sommità della GLORIA ho urlato con tutto il fiato che avevo in gola per tre volte di seguito ... CHE COSA FA CARDELLA ...???? ... e tutto il popolo dei cardellini ha risposto in coro ... FUOCO ...!!!!! Qualcuno leggendo questo mio racconto potrà anche pensare: ma questo è fuori di testa ...!!!! accetterò con piacere qualsiasi eventuale critica, ma rifarei tutto anche adesso che sto scrivendo. La fortuna è stata la mia alleata, proprio quest'anno Cardella a mio modo di vedere si è espressa ai massimi livelli, non vorrei sbagliarmi e non vorrei essere presuntuoso ma credo che la scelta di tornare quest'anno sia stata azzeccatissima, la mia CARDELLA sabato sera era sicuramente la gloria più riuscita e più bella. Si vede che il Dio dei venti (EOLO) mi ha ascoltato. Qualcuno in paese diceva che anche la gloria di SAN MARTINO non era poi così malvagia, mentre per quanto riguarda la plaja, quest'anno non è andata bene per le forti folate di vento. A parte gli scherzi o gli sfottò, io voglio ringraziare tutti i contradaioli, di CARDELLA in particolare, ma anche quelli di SAN MARTINO e quelli della PLAJA per la bella giornata che insieme a tutti ho vissuto. Un saluto e un abbraccio a tutto il popolo delle GLORIE ... al grido di ... OLIO PETROLIO BENZINA E MINERALE PER VINCERE CARDELLA ... SAN MARTINO ... LA PLAJA ... ci vuol la nazionale. EVVIVA SCANNO IL BORGO più bello D'ITALIA. Il TED -  P.S. Proprio adesso ho visto su A.R. SCANNO il servizio di sabato, mi ha fatto molto piacere sentirmi nominare dal priore della PLAJA, Antonio Consalvo (PAPI X TUTTI) m'ha portato bene il suo sfottò, la mia scelta di tornare quest'anno è risultata indovinatissima. UN ABBRACCIO A TUTTO IL POPOLO DELLE GLORIE

 
DA ANICETO LA MORTICELLA

CIAO LUIS, OGNI GIORNO  DEDICO UN PO DEL MIO TEMPO A LEGGERE E VEDERE I SERVIZI SU ANTENNA RADIO SCANNO, E DEVO DIRE CHE NE SONO MOLTO ENTUSIASTA DI COME TRATTI I PROBLEMI ED ARGOMENTI DI OGNI GENERE. NEI SERVIZI VIDEO FAI VEDERE LE COSE COME STANNO E VANNO E IN ALCUNI CASI SEI MOLTO PUNGENTE. I UNO DI QUESTI C'ERA IL FAMOSO MOTORINO A FIANCO ALL'ENTRATA DELLA CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE, PORTROPPO LA SUA RIMOZIOME E' STATA EFFETTUATA DOPO CHE LE RIPRESE DEL BELLISSIMO SERVIZIO SUI BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA, FACEVA VEDERE LA NOSTRA SCANNO IN TUTTA LA SUA BELLEZZA, TRASMISSIONE MESSA ONDA SU RAI5 QUALCHE SERA FA, CHE IO HO VISTO CON GRANDE PIACERE. IL MOTORINO ERA LI. DEVO CHIEDERTI DI FARTI UN GIRO CON LA TUA TELECAMERA PER SCANNO , PER INDIVIDUARE I DIVIETI DI ACCESSO NEL CENTRO STORICO CHE SONO AUTOMATICAMENTE VIOLATI, E VERO CHE C'E' ANCHE SCRTTO SOTTO CARICO E SCARICO, MA........ C'E' CHI NE APPROFITTA A PACHEGGIARE, DIMENDICANDOSI CHE L'AUTO LI' NON PUO SOSTARE, I VIGILI VIGILANO, MA PUTROPPO QUALCUNO NE APPROFITTA, TI SALUTO, VIVA CARDELLA, ANICETO

 
<< Inizio < Prec. 311 312 313 314 315 Succ. > Fine >>

Pagina 314 di 315